Programma

Dal 23 agosto all’8 settembre presso Ostia Antica ed il Porto turistico di Roma.

L’evento prevede numerose attività – tra cui laboratori, incontri, concerti – per sensibilizzare rispetto all’impatto della plastica sugli ecosistemi marini. Con la collaborazione del WWF, PolarQuest, del Porto Turistico di Roma, artisti e docenti esperti del tema, PLASTICA d’A-MARE sarà una occasione per comprendere sia i danni che la plastica a mare sta arrecando al nostro ambiente, sia come lo stesso materiale, se recuperato, possa essere portato a nuova vita – plastica da amare, appunto.

Protagonista della manifestazione il territorio del X° Municipio con le sue aree naturali il suo litorale, le riserve ma anche la sua storia con il suo borgo della suggestiva Ostia Antica, percorso per le sei passeggiate ambientali (dal 23 agosto al 1 settembre) con le guide del CEA/ Ass. Cyberia idee in rete e del WWF Litorale Laziale per scoprire amare, proteggere e tutelare.

Anteprima manifestazione dal 23 agosto al 1°settembre:
6 passeggiate ambientali con guide specializzate 

  1. 23 agosto venerdì, Pineta di Castel Fusano, itinerario lungo il Canale dei Pescatori fino al Castello Chigi, ore 18.00 Stazione Castel Fusano
  2. 24 agosto sabato, Le dune costiere e la macchia mediterranea di Castelporziano, ore 17.00 III Cancello Via Litorane
  3. 25 agosto Pineta Acqua Rossaarea verde tra Ostia e il Tevere, ore 18.00 appuntamento Stazione Lido Nord
  4. 30 agosto venerdì, Borgo di Ostia Antica fino all’argine del Tevere, ore 18.00 appuntamento Stazione Ostia Antica
  5. 31 agosto sabato, Castel Fusano di notte, ore 21.00 Stazione Castel Fusano
  6. 1 settembre, Le dune di Castel Porziano Capocotta al tramonto, ore 17.00  III Cancello Via Litoranea

Prenotazione obbligatoria ai numeri:
Tel. 0650917817
aperto dalle ore 9.30-12.30 lun, merc, ven, sabato

Cell. 3478238652 – 327/4564966
anche attraverso messaggio WhatsApp 

Mail a: cealitorale@gmail.com, la prenotazione è valida se confermata da mail di risposta. 

Si accettano prenotazioni con un limite massimo di 60 partecipanti.

PLASTICA d’A-MARE (5 – 8 Settembre 2019)

5 settembre 2019

Area conferenza dibattiti

Conferenza WWF ITALIA e WWF Litorale laziale sui temi:

  • “Mediterraneo in trappola Come salvare il mare dalla plastica”
  • “Plastic Free Oceans”, fuori la plastica dai nostri mari: il WWF ha lanciato una mobilitazione senza confini per accelerare la messa al bando dei prodotti di plastica monouso in Europa e in Italia e per un Trattato globale legalmente vincolante per tutti i paesi del mondo per contrastare l’inquinamento marino da plastica.

Area Esposizioni: apertura mostra a cura di PolarQuest2018 (www.polarquest2018.org)

Un team internazionale di ricercatori artici, esploratori di oggi dell’ignoto, alla ricerca di risposte ad alcuni dei più grandi enigmi della scienza, dai cambiamenti climatici all’origine dei raggi cosmici ad alta energia, dalla misurazione dell’impatto dell’inquinamento umano a latitudini estreme, alla creazione di consapevolezza dei contenuti di micro e nano-plastica nell’Oceano Artico.

Partner della Spedizione: CENTRO FERMI, INFN, CERN, CNR, GREAL, SOCIETA GEOGRAFICA ITALIANA e CRS4

TITOLO: 82°07’ Nord

Foto: Mike Struik, Kai Struik e Alvin Courcy; Filmati drone: Mike Struik e Gianluca Casagrande

6 settembre 2019

Area Esposizioni: verranno esposti gli artisti selezionati dalla call del contest a premi di PLASTICA d’AMARE – artigiani del riciclo, artisti visivi che abbiano fatto del riciclo della plastica la propria arte.

Area Concerti 

In apertura EcoConcerto dei “PROTOTIPI Di SCARTUS”. Eco band che suona con strumenti autocostruiti ex-novo con materiali di riciclo e testi con proto- consigli di riuso (“Plastica Acustica”, “Mi rifiuto”, “Polipropilene”) 

Segue Live di YO SONU Giuseppe Costa, batterista e cantante. In 4 anni: 300 concerti (live opening act per Alborosie, Uzeda, Afterhours, Gogol Bordello, Wrongonyou e altri), 12 tour, 2 dischi e il Patrocinio di Legambiente per il riuso degli oggetti e riciclo dei materiali.

7 settembre 2019

Area Esposizioni Esposizione dei finalisti del contest 

  • Live painting di Moby Dick, celebre street artist ormai paladino delle iniziative a tema ambientale; dipingerà un grande pannello da lasciare negli spazi del Porto.

Area Concerti –In apertura l’Eco orchestra formata da tutti i partecipanti ai laboratori e diretti da Prototipi di Scartus

Concerto della band Capone & BungtBangt fondatori italiani della junk music, la musica ecologica. Ascoltare Capone & BungtBangt significa ascoltare storie vere e profonde. Maurizio Capone è il portavoce del “fare”, nella la sua vita di musicista ha collaborato con grandissimi artisti come Pino Daniele, Don Moye dell’Arte Ensemble of Chicago, 99 Posse, Baba Sissoko, Alan Sorrenti, Irene Grandi, Eugenio Bennato, jammato con gli Hooverphonic, Phil Manzanera dei Roxy Music, Joe Lovano.

8  settembre 2019

  • Luogo: litorale nei pressi del Porto Turistico (attività guidata da WWF Litorale in collaborazione con l’Amm. Comunale di Roma, Municipio X).
  • Cosa: Iniziativa organizzata dal WWF litorale laziale. Occasione per riflettere sull’enorme presenza di plastica in mare, sulle spiagge e nell’ambiente in generale, che non pochi danni sta arrecando a un gran numero di specie marine tra cui balene, tartarughe e uccelli. 
  • Come: I gruppi saranno guidati da personale esperto, naturalisti o biologi che organizzano piccoli laboratori di osservazione del materiale spiaggiato, distinguendo materiali naturali da quelli inquinanti di origine umana. Si raccoglieranno tutti i materiali non biodegradabili, operando, ove possibile, con la raccolta differenziata, in collaborazione con l’Amm. Comunale di Roma, X Municipio.

WORKSHOP & LABORATORI

  • Date: 5-6-7-8 settembre 2019
  • Fascia oraria 18.30 – 20.00
  1. Laboratori Hands-on science guidati da Michele Costa e Violetta La Franca: Per conoscere/capire un problema bisogna metterci le mani! ATTIVITA’ sul tema MICROPLASTICHE. Per esplorare la base scientifica di temi quali l’impatto della plastica sull’ambiente e sui nostri mari, i ragazzi saranno guidati attraverso un percorso di scoperta scientifica tramite l’approccio basato sull’investigazione (inquiry-based science education, IBSE). Target: bambini e ragazzi nella fascia di età 6-15 anni
  2. Laboratori EcoMusic-LAB guidati da Monia Bevilacqua e Gabriele Simonetti: Laboratorio ecologico musicale: Ognuno potrà Realizzare Oggetti sonori e Strumenti musicali utilizzando materiali di riciclo , nello specifico tutti oggetti di plastica e pvc con la tecnica del riciclo Creativo. Seguirà poi un’ Orchestrazione Sonora che coinvolgerà tutti i partecipanti del laboratorio con i loro strumenti plastici realizzati, svolta con diverse modalità

Workshop per tutti!

  1. Workshop di Giuseppe Costa in arte YO SONU, con materiali di scarto e body percussion:(target: ragazzi e adulti) si parte dall’esplorazione di possibili suoni generati dal corpo: creando un codice di suoni e versi nel tentativo di stabilire un linguaggio fatto di “gesti suono” e di pattern: l’esperienza musicale corporea è un’esperienza ritmica globale nella quale il circuito suono-ascolto viene rinforzato. Si passa poi all’esplorazione dei suoni degli oggetti in plastica: strofinandoli, soffiandoci, percuotendoli, schiacciandoli, unendoli assieme. L’assenza di strumenti convenzionali non sottintende l’assenza di regole nel percorso, ma predilige un linguaggio “altro” come sbocco creativo. Il codice che abbiamo precedentemente costruito assieme ci servirà per creare una piccola “orchestra di plastica”, voci e corpo, un drum circle a costo zero.